Dalla parrucchiera davanti alla chiesa.

Stamani giornata di ristrutturazione e restauro. Ce n’era di bisogno, babba bia! Avevo oramai quella testa di un tipico colorino amorfo, tipo Yak a pelo lungo, oppure “gatto rognoso bel gattone, non è colpa tuaaa” (cit.). E così ecco che con Madre mi reco da Katia. Ora, domanda: ma perché tutte le volte che uno si siede sulla poltroncina del salone, scatta immediatamente il quizzone della parrucchiera? “E come va? E che fai? E il lavoro? E la vita? E pitipim? E invece pitipam?”…Io, invece, mi vorrei solo addormentare, stare in silenzio per i fatti miei, o, come stamani, leggermi un libro. Sarò io un orso??? Ma chi vive in una città non grandissima come la mia, sa bene che i muri non sono fatti di cemento, bensì di VECCHIETTE pettegole, che non vedono l’ora di avere qualcosa di cui parlare alla bottega con l’amica Pina. Quindi, per le suddette, oggi giornata di magra. IH IH IIIH!!!

Invece è stato commovente quando, a un certo punto, sono entrati un signore anziano e sua moglie, che, poverina, aveva bisogno dell’accompagnamento in quanto non più autosufficiente. Lui le ha sorretto la testa durante lo shampoo, ed è stato tutto il tempo vicino a lei durante l’asciugatura. Manifestazioni dell’Amore. Il Dare e l’Avere. L’Essere. Il Coraggio. La Forza. Una lunga maratona, ecco cosa…Non so perché mi ha fatto venire in mente questa gara di resistenza. Ci vuole impegno e forza. “Mi scusi signorina, eh, se le do fastidio qui accanto, ma devo arreggere la testa a mia moglie dalla parte del cuore se no questa mi parte”

“si figuri”

Vicino a me, subito prima di Madre, c’era una tedescotta castana, che si stava facendo le meches color rame e rosse. Poi è entrata una zingara, e Katia ha comprato le genziane viola, ed io ho subito pensato che le avrebbe messe nel vaso con le gerbere arancioni, invece ha preso un carrellino coi bigodini, un vaso di cristallo, e le ha messe lì, dietro di me. Ho chiuso il libro, ho fissato i fiori. E subito mi sono chiesta:”Ma è giusto tagliarli? Non sarebbe forse meglio lasciarli vivere tranquilli?”

No.

Il restauro mi ha lasciato, come sempre, soddisfattissima. Federica (collega di Katia) mi ha fatto colore, meches, piega e ora sono me versione blonde style come ormai va avanti da circa 4 o 5 anni. Ho passato tutte le ERE: nature, bionda, henné, rossa chimica, mora(permanente, addirittura permanente! Io che ho i capelli spaghetti!) e, dopo una fase disintossicante, di nuovo bionda ma con tutti i crismi. Ora sì che vado!

Domani volevo andare al mare. Ma GUARDA CASO domani dà brutto. Chi lo dà? L’omino del tempo, quel maledetto….E lui a chi l’ha detto (dato)? Alla parrucchiera, ovvio!!! Allora mi sono messa a prendere un po’ di sole in the garden of my genitori, e il risultato è che una MANDRIA di pappini e zanzare arroganti  mi hanno lasciato addosso tutte le tracce del loro infausto passaggio…però almeno sembro abbronzata! Yeah! Allora, siccome non sono riuscita nemmeno a stare ferma (dico io, che tristezza infinita) per prendere il sole in the garden, domani che è festa e non lavoro, mi prendo tutta la giornata per fare UN giro di mura a corsa: per chi non conosce la mia città, Lucca è circondata da una cinta muraria meravigliosa, ed è percorribile a piedi o in bici, e addirittura, taaaanto tempo fa, ci si poteva andare anche in macchina, pensa un po’! Comunque, tornando a noi, la lunghezza di questa cinta muraria è di ben 4,2Km!!! Oh, son tanti eh! Farli a corsa ce ne vòle! La volta scorsa ci misi una mezzoretta, via, fui brava. Domani, se fa brutto e non è proprio da mare, mi cimento nella ripetizione dell’impresa e in un ciclo di esercizi di ginnastica…prevedo disastri…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...